concerts

14 mai 2013, interview sur la RAI2

Un aperçu là (où il dit qu’il ne se préoccupe nullement du futur de RH…qu’il n’aime pas du tout la pop et qu’il préfère vivre à la campagne! on en apprend tous les jours! )

 

Présentation (http://www.mobydick.rai.it/dl/portali/site/articolo/ContentItem-4a269482-820b-4710-9cc5-38b3ed32e7ed.html)

[testimonials slide=”1″ delay=”1″]

Moby Dick trasmette martedì 14 maggio l’intervista esclusiva a Thom Yorke e Nigel Godrich. Il presente degli Atoms for Peace e il futuro incerto dei Radiohead, la passione per l’elettronica e il disinteresse per la musica pop, il nuovo amico Flea (dei Red Hot Chili Peppers) e molto altro su Radio2 in attesa dei due concerti italiani previsti per luglio (16 Roma, 17 Milano).
Thom Yorke  si racconta ai microfoni di Radio2 Rai  in una delle sue rare interviste che andrà in onda martedì 14 maggio, alle 21 su Moby Dick. Il leader della band più rivoluzionaria degli ultimi 20 anni, i Radiohead, parla della sua passione per l’elettronica, la vita rurale, il “corpo ritrovato”… Dai Radiohead agli Atoms for Peace, la nuova incarnazione assieme (tra gli altri) al virtuoso Flea dei Red Hot Chili Peppers: “non chiamateci super band, siamo un gruppo di persone che si sono ritrovate una sera a suonare per divertirsi e che ci hanno preso gusto”. Una chiacchierata a trecentosessanta gradi, dal ruolo sociale dell’artista, alla riscoperta della natura e dell’arte: “vorrei vivere una vita più semplice, ho bisogno del contatto con la natura, con i grandi paesaggi, almeno per un paio di mesi l’anno, altrimenti mi deprimo. Adoro dipingere in solitudine, mi piace Kandisky, ma sono negato. Non mi piace la vita in città, credo sia necessaria ma non mi piace”.

[/testimonial] 

Une partie de l’interview (en anglais) et le lien vers le podcast:

http://www.mobydick.rai.it/dl/portali/site/articolo/ContentItem-15fc308e-2027-4fc3-898f-54bcb5872104.html?refresh_ce

 

Previous post

11-13 octobre - Austin City Limits

Next post

Thom paie ses impôts

4 Comments

Leave a reply

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.